Dal surf all’alpinismo: l’australiano Plain è il più veloce di sempre a scalare i 7 Summits

Soltanto 117 giorni da gennaio a maggio di quest’anno per scalare 43km e 313 metri. Steve Plain, 36 anni, australiano, ex surfista e ora scalatore, ha battuto il record di alpinista più rapido a raggiungere la vetta delle 7 montagne più alte di ciascun continente. Per la cronaca la Carstensz Pyramid (4.884 m) in Indonesia per l’Oceania, il Monte Vinson (4.892 m) per l’Antartide, l’Aconcagua (6.962 m) per l’Argentina, il Kilimanjaro (5.895 m) per l’Africa, il monte Elbrus (5.642 m) per l’Europa e il Denali (6.190 m) per il Nord America.

Chi è

L’australiano si è da (relativamente) poco dedicato all’alpinismo. Ha iniziato a scalare infatti appena quattro anni fa. Nella vita precedente era un surfista. Ma uno spaventoso incidente in mare gli ha provocato la frattura di alcune vertebre spezzandogli anche la carriera. L’australiano ha scalato sei delle sette vette con lo scalatore britannico Gupta che ha twittato lunedì: «Ciao dalla vetta del mondo! Ce l’abbiamo fatta! Siamo sulla vetta dell’Everest! Le parole semplicemente non possono cominciare a descrivere quello che posso vedere e come mi sento !» Il record precedente per la salita più veloce delle sette montagne più alte in ciascun continente del pianeta era stato stabilito lo scorso anno dall’alpinista polacco Janusz Kochanski, che lo aveva fatto in 126 giorni.

15 maggio 2018 (modifica il 15 maggio 2018 | 11:39)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Powered by WPeMatico

AdSense

Best Deals