Cinque Terre: l’alpinismo lento per conoscere il territorio

Dall’Associazione “Mangia Trekking” riceviamo e pubblichiamo

La disponibilità della Comunità locale delle Cinque Terre e il giudizio espresso dalle autorevoli persone intervenute da diverse parti d’Italia, per partecipare all’iniziativa sperimentale, ideata e condotta da Mangia Trekking, organizzata in collaborazione e con il patrocinio del Parco Nazionale delle Cinque Terre, hanno decretato un’affermazione molto positiva di questo nuovo genere di attività turistica.

Limitato a piccoli gruppi, il cammino realizzato dall’alpinismo lento ha portato i partecipanti a conoscere tutto il territorio, ma in modo diverso, sotto una prospettiva ben differente da quella oggi tanto in uso. Dove la collaborazione con l’azienda agricola “Terra di Bargon”,  attraverso un’adeguata presentazione, prima in cantina e poi nei vigneti,  ha illustrato ai presenti sia con quale sacrificio sono stati realizzati i terrazzamenti dove crescono le vigne, sia come viene prodotto il prestigioso vino “sciacchetrà”.

La vendemmia sulle coste, i luoghi dell’agricoltura, e la via dei Santuari. Visitando le Chiese, che con le preziose opere conservate, ed un’architettura di rilievo, rappresentano un’autentica ricchezza delle Cinque Terre. Come ad esempio a Montenero dove è visitabile un luogo religioso e votivo, molto ben conservato, che racconta anche la storia e la vicinanza al mare delle comunità locali. Un cammino piacevole che ha condotto a degustare i prodotti tipici della cucina locale, nei luoghi caratteristici della tradizione antica, ed a conoscere alcune piccole cantine familiari. Il sacco a pelo per la notte. Riposando nelle canoniche ristrutturate a luogo di accoglienza, dove al mattino, è il suono della campana ad augurare il buon giorno. Un alpinismo lento tra le coste a picco sul mare e bagni in mare aperto. Il Parco Nazionale delle Cinque Terre e  Mangia Trekking sono soddisfatti del buon esito del progetto realizzato.

L’associazione al termine dell’attività, ha rilevato che gli amici convenuti, si sono salutati con l’auspicio di poter presto ripetere una simile iniziativa, e che lo stesso genere di attività possa essere da esempio. Che sia assimilata e replicata, anche da diverse realtà, in quanto, ad unanime giudizio, avrebbe  la potenzialità di decongestionare i centri abitati, e muovere economia, in una direzione più consapevole e responsabile.



Powered by WPeMatico

Antiques

AdSense